19 Agosto 2021

Dire che il 2020 sia stato un anno di disagi sarebbe un eufemismo. Nel corso dello scorso anno, aziende di grandi e piccole dimensioni hanno dovuto modificare e, in molti casi, rivedere completamente il modo in cui hanno formato e gestito i loro team. Questo cambiamento sismico avvenuto nel mondo del lavoro ha avuto ripercussioni anche nel 2021 ed è improbabile che si interrompa entro breve tempo.

Tuttavia, questo cambiamento porta con sé anche delle opportunità positive. Lo sconvolgimento di routine e processi dovuto alla pandemia sta ponendo nuove basi per un’esperienza unica per i dipendenti, e ciò continuerà a evolversi portando all’offerta di nuovi metodi di coaching per il lavoro e lo sviluppo. Tutti gli aspetti della vita del dipendente hanno risentito degli effetti della pandemia; lo sviluppo e il coaching non fanno eccezione.

Quando pensiamo ai trend in questo nuovo contesto, dobbiamo andare oltre il momento presente e persino oltre quest’anno per poter prendere decisioni importanti sul coaching. Assumendo un approccio orientato al futuro, iniziano a emergere alcuni trend chiave che vale la pena tenere d’occhio.

Top 10 dei Trend di Coaching Digitale

1. Il coaching digitale non andrà da nessuna parte

Non c’erano dubbi al riguardo, ma lo spostamento della forza lavoro di oggi verso ambienti ibridi e principalmente in remoto ha cementato la capacità di fare coaching ovunque. Il coaching digitale è sempre più popolare, e i dipendenti e i candidati inizieranno d’ora in poi ad aspettarsi che questa sia una possibilità. Inoltre, molte aziende si stanno rivolgendo al coaching digitale anziché a quello tradizionale perché ne hanno compreso i vantaggi evidenti per i dipendenti e per l’azienda nel suo insieme.

Anche se ci si potrebbe preoccupare di come ciò possa influenzare il rapporto fra coach e cliente, in realtà non c’è assolutamente niente di davvero preoccupante.

Le ricerche dimostrano che il coaching digitale ha la stessa efficacia di quello in presenza. Si è scoperto che il fattore essenziale per ottenere risultati efficaci è la possibilità di potersi incontrare di persona. Proprio come nelle sessioni in presenza, la chiave è creare un rapporto di fiducia con i clienti. Le modalità di comunicazione, come il contatto visivo, le espressioni del volto e il linguaggio empatico del corpo sono tutti possibili anche nello spazio digitale. Basta avere i giusti strumenti tecnologici e una buona connessione a internet.

Sono il coach, gli strumenti utilizzati e il rapporto instaurato con i propri clienti a permettere il raggiungimento del successo, a prescindere che le sessioni si svolgano in presenza o online. Il coaching digitale è infatti oggi il metodo più usato da giovani e imprenditori.

2. Il coaching è diventato comune

L’idea che il coaching sia riservato a una cerchia ristretta di persone è ormai superata. Il coaching è un metodo di sviluppo efficace, e quello digitale ti permette di offrirlo a tutti. Dieci anni fa, i dipendenti e i datori di lavoro pensavano al coaching come un’opzione per chi si trovava in difficoltà. Nel nuovo mondo del lavoro, invece, il coaching è visto come un valore aggiunto dal quale tutti i dipendenti possono trarre vantaggio. È anche una strategia efficace per rafforzare i giovani dirigenti mentre cercano il proprio equilibrio anziché attendere che si manifestino i problemi da risolvere.

Il coaching si è anche esteso oltre il mondo dei dirigenti e delle grandi aziende. Adesso chiunque voglia effettuare un cambiamento di vita significativo può trovare aiuto nel lavoro con un coach. Eventi come un cambio di lavoro, l’abbandono per l’arrivo di un figlio o l’assunzione di un nuovo ruolo sono tutte motivazioni che spingono i clienti a iniziare un percorso di coaching. E sempre più spesso i clienti mantengono queste vive anche dopo l’avanzamento di carriera, creando delle relazioni importanti e dei piani a lungo termine.

E questi sono solo i vantaggi diretti per la carriera quando si lavora con un coach. Sia i professionisti che i dirigenti si rivolgono sempre di più ai coach perché li aiutino a lavorare sulle preoccupazioni che riguardano maggiormente la salute, il loro benessere, lo stress e affaticamento.

Sempre più le aziende riconoscono i vantaggi dell’investire nel coaching dei propri dipendenti. Molte di queste forniscono delle liste di coach fidati, offrono il coaching come parte dei pacchetti di benefit aziendali e tengono dei coach sempre a disposizione per i loro dipendenti. Alcune aziende più progressiste stanno persino iniziando ad assumere dei coach in loco a tempo pieno per aiutare tutti i dipendenti ogni volta che ne sentono la necessità.

3. Colmare il divario digitale con umanità

Mano a mano che il coaching si sposta verso un modello principalmente digitale, è più importante che mai dare priorità alle connessioni tramite sessioni in tempo reale, chat e una personalizzazione di portata adeguata che possano risultare umane sia ai coach che ai clienti.

La chiave di tutto ciò risiede nell’avere un approccio basato sul rapporto. Come affermato in precedenza, non è la vicinanza fisica ad avere importanza, ma la possibilità di creare un legame e la costruzione di un rapporto significativo. Nella pratica del coaching continuerà a essere necessario cercare di creare un approccio realmente orientato alle persone. Non è diverso dall’assumere un approccio orientato al cliente in un’azienda.

A tal proposito, una ricerca condotta da Deloitte ha scoperto che le aziende orientate al cliente avevano profitti del 60% superiori rispetto alle altre. Questo dato segnala ancora una volta l’importanza di empatia, emozioni e legami onesti, che non sono solo la chiave per il successo dell’azienda, ma anche per tutti i rapporti interpersonali, soprattutto se si vogliono ottenere risultati misurabili.

4. La valutazione è più che essenziale

Un aumento nella partecipazione, produttività e fidelizzazione sono risultati vitali, e bisogna trovare dei modi per collegarli a tutte le tue attività di sviluppo, incluso il coaching. Se non si stabiliscono degli indicatori chiave di prestazione (KPI, Key Performance Indicator) e degli standard di valutazione, può risultare difficile mostrare il progresso e il ROI, sia alle persone che alle aziende. È necessario individuare i parametri adeguati che riguardano i risultati che si vogliono ottenere, ma è di fondamentale importanza tenere d’occhio anche i seguenti aspetti:

• Completamento o progresso nei piani di sviluppo/di azione individuali.

• Raggiungimento degli obiettivi annuali.

• Valutazione del progresso a 360 gradi.

• Livelli di partecipazione/fidelizzazione del dipendente.

• Profitto o profittabilità dei clienti.

5. La flessibilità è importante

Che si tratti del suo formato, del dispositivo utilizzato o della capacità di modificare le priorità in qualsiasi momento, dell’agilità nel coaching, siamo in ogni modo certi che tutti questi aspetti influiscano nel garantire che la piattaforma del coaching digitale si trovi in una posizione di vantaggio nei trend attuali. Tralasciando la comodità, l’economicità e altri vantaggi, un approccio di coaching flessibile sarà di certo la chiave per mantenere lo garantirne il successo.

Essere flessibili consente ai clienti che si destreggiano fra più luoghi di lavoro di avere accesso al supporto quando gli è più conveniente, eliminando uno degli ostacoli principali, onnipresente invece nelle forme tradizionali di coaching.

6. Supporto fra una sessione di coaching e l’altra

Un coaching sporadico da solo non può risolvere le sfide future per garantire lo sviluppo. Cercare un modo per fornire un coaching al di là delle sessioni settimanali rafforza il rapporto e aiuta a progredire e a coltivare le buone abitudini. Più si riescono a implementare le opportunità di apprendimento e i punti di contatto lungo tutto il percorso di coaching di un cliente, più aumenta l’impatto del lavoro svolto insieme.

7. Il coaching farà parte della cultura dell’impresa

Mano a mano che il lavoro da remoto diventerà la norma, un approccio univoco di coaching potrà far parte del tessuto connettivo di un’organizzazione che si evolve per funzionare nel nuovo mondo del lavoro. In una realtà sempre più digitale, sarà necessario per i coach cercare dei metodi che gli consentano di contribuire alla riformulazione dell’idea di cultura aziendale.

Con la loro integrazione nella cultura aziendale, i coach avranno la possibilità di aiutare la dirgenti a a prendere decisioni più significative, a risolvere problemi e a dare più valore al tempo delle Risorse Umane e dei dipendenti stessi.

8. Enfasi sulla diversità

L’enfasi sulle iniziative di DE&I è correlata a una migliore performance aziendale. Si tratta di un’aggiunta ben accetta nelle aziende, e i coach si trovano in una posizione di spicco per aiutare a portare il progresso e a coltivare talenti diversificati.

Le aziende cercheranno coach in grado di offrire una guida onesta e delle opportunità di sviluppo della leadership per i gruppi tradizionalmente sottorappresentati. Inoltre, il coaching è una scelta naturale per aiutare a costruire e mantenere una forza lavoro diversificata, perché si concentra già sul raggiungere l’efficacia tramite personalizzazione ed empatia.

9. Performance tangibile, non obiettivi minori

Per molti anni le aziende e persino alcuni coach si sono concentrati sullo sviluppo delle soft skills o nella creazione di un piano di sviluppo senza misurare il progresso tangibile. Con la progressiva integrazione dei dati e delle statistiche in ogni aspetto del lavoro, i progetti dei coach per i clienti sono chiamati a fare altrettanto.

Per fortuna, il coaching digitale è già pronto da questo punto di vista, e il cambiamento aiuterà le aziende a capire che il coaching è il modo più efficace per migliorare significativamente la performance individuale.

10. Prontezza ai cambiamenti

Uno dei retaggi della pandemia che non scomparirà in breve tempo è la necessità di adattamento ai processi trasformativi. Questo tema sarà evidente in ogni aspetto del lavoro, incluso il modo in cui le aziende scelgono e usano le piattaforme di coaching digitale. Trovare un buon partner è un passo cruciale per non rimanere indietro e stare sempre al passo con questi trend per garantire il successo di coach, clienti e aziende.

Come puoi ben vedere, il coaching digitale sta cambiando, ed è la chiave per accelerare cambiamenti più ampi all’interno delle aziende. Tutto ciò all’inizio potrebbe sembrare scoraggiante, ma con il partner e l’atteggiamento giusto queste sfide possono offrire delle opportunità significative e positive in termini di parametri e di dati analitici.

Adattarsi ai cambiamenti con il coaching digitale può aiutarti nel raggiungimento di risultati economici cruciali all’interno del tuo percorso verso un futuro di successo.

Considera questo:


Il 70% delle persone che ricevono coaching conferma un miglioramento nelle prestazioni lavorative

Il 96% delle persone che ricevono coaching presenta alti livelli di coinvolgimento (rispetto al 30% dei dipendenti che utilizza le tradizionali piattaforme di apprendimento)

L’85% dei manager che ha seguito un percorso di coaching ha prestazioni migliori rispetto ai propri pari nelle soft skills, come ad esempio agilità e resilienza

Guadagni 4 volte più elevati e un maggiore tasso di crescita nelle aziende con forza lavoro fortemente coinvolta

Stare al passo con questi trend richiede impegno e la giusta strategia. Ciò ti garantisce che la tua azienda avrà sempre a disposizione gli approcci e gli strumenti più efficaci per aumentare il tuo vantaggio competitivo e, cosa più importante, l’esperienza di dipendenti e clienti.

Vuoi saperne di più su come CoachHub può aiutarti in tal senso? Mettiti in contatto con noi.

Scopri di più